giovedì 27 aprile 2017

La fine dell'agonia Alitalia



















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Sta crollando l'intoccabilità della compagnia di bandiera,c'è costata una cifra e chissà se questa volta ci sarà l'ultimo capitolo,rimarranno solo le banche ad essere le cattedrali intoccabili della globalizzazione.
A differenza della delocalizzazioni che hanno creato il deserto delle imprese nostrane,a me non pare che le compagnie aeree low cost diano delle miserie ai lavoratori che si occupano del trasporto,certamente gli stipendi faraonici dei piloti ai tempi delle vacche grasse sono finiti,come il pensionamento dopo vent'anni di lavoro di coloro che volavano,compreso il personale di bordo.

Le compagnie low cost e quelle ancora in piedi di bandiera,hanno saputo ridurre ai minimi termini i costi con la riduzione del personale,o si sono consorziati mirando molto bene i possibili voli e clienti da intercettare.

Se nel 2008 sindacati e il governo del momento,ma sarebbe stato lo stesso se ci fosse stato quello appena passato,non avrebbero salvato ciò che non poteva più stare a galla,soprattutto accettando idi diventare il socio di maggioranza Air France-Klm con quella minima riduzione di personale,ora non si sarebbe materializzato un taglio occupazionale così drammatico,piangere sul latte versato ormai non serve più,anche perchè non ce n'è più traccia.

I.S.

iserentha@yahoo.it

mercoledì 26 aprile 2017

Alla ricerca del nuovo salvatore della patria italiano

























CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

No,lei sta perdendo tempo,il churchill italiano non esiste,qua e là ci potrebbero essere persone serie e a schiena dritta,ma appena si affacciano alla politica vengo ingurgitati dal sistema che non lascia scampo.

L'unico movimento popolare che si distingue dal solito ciarpame,è a conduzione privata e verticista,aggiungendo una buona parte di "politici" tra le sue fila assolutamente impreparati,dando atto che preparare una classe politica non è come bere un bicchier d'acqua.

Basta fare un minimo di percorso storico dal dopo guerra,nel quale spicca solo Alcide De Gasperi,tutto il resto ha notevolmente deluso,tra chi ha fatto parte del sistema e tra chi si è fatto prettamente gli affari propri,e i prossimi saranno molto simili anche nelle sfumature.

I.S.

iserentha@yahoo.it

martedì 25 aprile 2017

Ladri di biciclette soprattutto verso chi è sprovveduto


















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Al di là del vecchietto ladro di biciclette,chiunque può notare come alcuni proprietari delle medesime, le lascino anche di notte attaccate ai pali con dei lucchetti ridicoli,chi ama pedalare deve necessariamente munirsi di lucchetti ad archetto decisamente robusti,lasciandole solo di giorno in luoghi di passaggio.

In ogni caso a un vecchio di 80 anni,malato seriale di bici avrei evitato il carcere,con tutti i reati dei colletti bianchi,che rubano milioni alla collettività,e continuano a stare liberi e impuniti,direi che a confronto il tutto appare ridicolo.

I.S.

iserentha@yahoo.it

sabato 22 aprile 2017

Tra fake news e chi ricorda ancora il 25 aprile


























CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Se l'attentato fondamentalista l'avessero compiuto dopo le elezioni,non avrei sospettato nulla,avendolo fatto prima anche un bimbo s'accorge che tutto potrebbe essere messo in discussione,rispetto alle volontà elettorali di prima,nel caso dovesse avvantaggiarsi il front national di tutto ciò, avremmo un paese importante dell'Europa con la completa chiusura dei confini e a conduzione razzista,ma da quel che ho letto l'impossibilità di uscire dalla comunità europea,non avendo voti sufficienti. 

Su tutte le altre stupidaggini che ha inserito,c'è da prendere atto della cassa di risonanza che produce il web,inimmaginabile fino a un paio di decenni fa,ora realtà,sono dell'idea che con un minimo di capacità intellettive,idiozie varie e vere e proprie fake news create ad arte,possiamo assolutamente prendere per buono ciò che leggiamo o vediamo,o scartare.

E poi diciamole tutte,per voi giornalisti è tutto fieno in cascina,essendoci davvero poco da raccontare di significativo in questi tempi,nei quali pare che ognuno di noi possa fare ben poco nel cambiare un trend al negativo.un po' come se fosse tutto programmato e non ci fossero soluzioni per reagire. 

Buon 25 aprile a tutti, per chi ha ancora da ricordare la storia!

I:S.

iserentha@yahoo.it

venerdì 21 aprile 2017

Chi non rispetta gli animali,non rispetta se stesso



















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Gliela può raccontare e girare in qualsiasi salsa,chi non ama gli animali o addirittura li detesta non si farà commuovere dal cane in mezzo alla strada aspettando il suo amico morto nell'incidente.

C'è chi li adora anche in modo spropositato,chi li rispetta,chi li sfrutta e chi mostruosamente li tortura,tutto ciò poichè siamo noi la razza predominante del pianeta,personalmente ho una certezza,chi non rispetta gli animali ha dei problemi,la cattiveria insita in questi individui non gli permette di vivere bene,non arrivo ad affermare che mi fanno pena,sono solo dei poveracci di spirito.

I.S.

iserentha@yahoo.it

giovedì 20 aprile 2017

Come poter aiutare la memoria corta degli italiani





















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Convengo con la ribattuta ministeriale,la scuola in primis deve far conoscere la storia,poichè senza quella non si va da nessuna parte,specie in un paese come il nostro dove la memoria pare equivalente a quella del pesciolino rosso,ovvero quotidiana.

Se poi qualche insegnante dalle medie inferiore in su,vuole aprire una piccola finestra sulla quotidianità,magari su un tema di una certa risonanza,direi che avrebbe il merito di farlo,potrebbe stimolare gli studenti a scrivere una riflessione sull'avvenimento in questione,aiuterebbe i ragazzi a interessarsi di ciò che ci capita intorno,direi un esercizio molto importante che gli servirà per l'intera esistenza.

I.S.

iserentha@yahoo.it


mercoledì 19 aprile 2017

365 giorni l'anno paiono pochi per i centri commerciali....















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Non tocca fare retorica sulle aperture domenicali e su tutto l'arco dell'anno,hanno lasciato inviolabili solo Natale e Pasqua,sul 1 maggio ormai non c'è più alcuna remora nell'aver abituato a trascinare carrelli della spesa. E che dire della spesa alimentare alle 3-4 del mattino,dove pare che migrino una frotta di animali notturni a cibarsi.

E non tocca intorpidire le acque sui servizi essenziali o legati al turismo,è palese che qualcuno lavori quando la stragrande maggioranza delle persone fa festa,per ciò che riguarda lo sport,mi parrebbe impossibile organizzare la champions o la formula uno al primo pomeriggio di un giorno feriale,vero?

 Abbiamo vissuto per decenni con i negozi chiusi la domenica,specie quelli alimentari,io so solo che appena oltre confine da noi a Mentone,la domenica i supermercati alimentari sono chiusi,e non mi pare di aver visto francesi e turisti strapparsi i capelli dalla disperazione,l'aver abituato i consumatori diversamente questo si è colpevole.

I.S.

iserentha@yahoo.it

giovedì 13 aprile 2017

Tra Di Maio che straparla sui romeni e Briatore che non campa con 1500 euro/mese




















CLICK NEWS LA STAMPA MATTIA FELTRI

Di Maio ha detto ciò che la "panza" del paese voleva sentire,generalizzando volutamente alla salvini, quelli delle stelle ne hanno combinata un'altra,non sarà l'ultima,se vogliono aspirare al 40% dell'elettorato c'è solo quella strada.

Siamo davvero messi male,chi ha avuto il potere sino ad ora è inguardabile,uso una gentilezza perché avrei ben altro da dire,il nuovo è tra il dilettante e l'incapace,comandato da un comico e da un giovanotto tutto da scoprire.

Con un'economia alla canna del gas,con la stragrande maggioranza dei giovani che hanno e avranno un avvenire da paura,in aggiunta al ceto medio che si è liquefatto,direi che con un panorama del genere vivere alla giornata pare un eufemismo.

Auguri a tutti,anche se a godere saranno davvero pochi,stile briatore che non riuscirebbe a vivere con 1500 euro mensili,che tra l'altro sono da considerare i più fortunati,pensa gli altri con 600-1000 euro/mese nel precariato più assoluto.voi!

I.S.

iserentha@yahoo.it

mercoledì 12 aprile 2017

I soprannomi nella rubrica telefonica di Donald Trump















CLICK FAKE NEWS LERCIO.IT

Copyright della Merkel già arrivato a destinazione,al neo vegano con biberon incorporato....

Sulla Cinquetti che dire,non ha ancora l'età per i soprannomi!

Bravi mi avete fatto ridere di gusto su un paio di battute

I.S.

iserentha@yahoo.it